Giovedì 7 novembre a Rovedalab si è tenuto il nuovo incontro per “Family Business: il passaggio di testimone in azienda”, con i relatori Salvatore Sciascia, Professore Ordinario di Economia Aziendale all’Università Cattaneo LIUC, e Alessandro Gallo, Consulente Strategico esperto in pianificazione patrimoniale.

Dopo la prima edizione di luglio, per il secondo incontro l’invito è stato esteso anche ai consulenti delle aziende familiari presenti alla serata.

Il passaggio del testimone rappresenta per questo tipo di imprese, che in Italia costituisce circa l’85% del totale delle imprese, una delle principali sfide per la loro sopravvivenza. Salvatore Sciascia e Alessandro Gallo hanno affrontato il tema sotto due principali punti di vista: gli aspetti gestionali da una parte e quelli giuridico-fiscali dall’altra.

Non più del 30% delle imprese sopravvive dopo il primo passaggio generazionale, fino ad arrivare al 3% dal terzo al quarto cambio generazionale.

Come gestire quindi al meglio questo delicato momento aziendale?
1. Definire il successore e gli obiettivi da perseguire. È importante che chi assumerà il nuovo incarico di dirigente sia motivato, si identifichi con i valori dell’azienda e abbia a cuore il suo futuro.
2. Definire la strategia da portare avanti. È possibile che il successore abbia idee diverse sulle strategie da adottare. È dunque fondamentale confrontarsi a priori su ciò che è stato fatto e su ciò che si intende fare, trovando un accordo tra le parti.
3. Pianificare il passaggio. Sviluppare una vera e propria tabella di marcia, analizzando lo stato attuale dell’azienda e definendo i prossimi passi da mettere in atto.

Dal punto di vista fiscale, invece, l’Italia è il paese europeo con le imposte di successione più basse, a patto che gli eredi si impegnino a proseguire l’attività per almeno 5 anni.

A fine serata è stata offerta a tutti i partecipanti una degustazione di vini Bellavista e Contadi Castaldi.