L’Unione Europea ha finalmente formalizzato il suo “no” alla plastica: è infatti notizia degli ultimi giorni l’approvazione di una direttiva del Parlamento Europeo che impone agli stati membri di vietare entro il 2021 l’uso di una serie di articoli in plastica monouso come piatti, bicchieri, posate, cannucce, tazze,  bastoncini cotonati, mescolatori per bevande e aste per palloncini.

Secondo la direttiva, inoltre, entro il 2029 gli Stati membri dovranno raccogliere attraverso la differenziata il 90% delle bottiglie di plastica, le quali, entro il 2025, dovranno contenere almeno il 25% di contenuto riciclato, per poi passare al 30% entro il 2030.

Plastica monouso: anche noi diciamo “stop”!

Il provvedimento UE è stato approvato con 560 voti a favore, 35 contrari e 28 astenuti.
Le associazioni ambientali come Greenpeace o Marevivo esultano e sono soddisfatte del risultato: «Ci aspettiamo che l’Italia sia tra i primi Paesi Europei ad attivarsi per recepire la direttiva», ha detto Raffaella Giugni, Responsabile relazioni istituzionali di Marevivo.

L’unico punto controverso è la decisione di stabilire nel 2021 la partenza delle azioni di contrasto alla plastica.
Perché aspettare?
Noi stiamo già provvedendo, imponendoci l’obiettivo di sostituire tutti i gli oggetti in plastica con piatti, bicchieri, posate e molto altro che siano rispettosi dell’ambiente come quelli visibili in foto, composti di materiale completamente riciclato o realizzati in fibra di mais 100% compostabile, come il cucchiaio, che dopo l’uso è possibile gettare direttamente nel contenitore dell’umido.

Una rivoluzione irrinunciabile per chi, come noi, è sempre alla ricerca del gusto di crescere!

SCOPRI I NOSTRI CORSI